|

condividi su
  

Con l’arrivo della menopausa si riduce la femminilità?

Fino a poco tempo fa si pensava che una volta raggiunto il periodo della menopausa, con la fine del momento fertile, la donna dovesse automaticamente interrompere la propria attività sessuale. La donna in menopausa veniva considerata quasi come un essere asessuato, incapace di esprimere quella femminilità ormai perduta.

In realtà l’aumento della qualità della vita e l’incremento della vita media, hanno fatto sì che le donne oggi non siano più disposte a rinunciare a priori all’attività sessuale una volta raggiunto il periodo menopausale. Molte sono infatti le terapie oggi a disposizione per avere una vita sessuale soddisfacente.

Come cambia il corpo della donna con l’arrivo della menopausa?

Con il sopraggiungere del climaterio le modificazioni fisiche ed ormonali del corpo femminile sono molteplici, e ciò può portare a conseguenze che influiscono sulla psiche e sulle relazioni della donna.

A livello visivo spesso si assiste ad una riduzione della peluria del monte di Venere, ad un aumento del peso, alla modificazione dell’elasticità della pelle e del seno. Questi fattori possono influire fortemente sull’immagine di sé e possono provocare talvolta un senso di disagio.

Dal punto di vista ormonale la diminuzione degli estrogeni provoca una riduzione dell’elasticità e della tonicità della vagina, si assottigliano le piccole e grandi labbra, che possono presentare un colore più tenue, e diminuisce l’afflusso di sangue nella zona del clitoride. Anche il livello del testosterone libero si abbassa, provocando un calo del desiderio sessuale.

Una fastidiosa problematica che viene riscontrata nel 50-70% delle donne in menopausa, naturale o indotta, è l’atrofia vaginale. L’atrofia si presenta con secchezza e bruciore intimi, associati a scarsa lubrificazione delle pareti vaginali . Nella quasi totalità dei casi l’atrofia vaginale causa la dispareunia, ovvero l’impossibilità di avere un rapporto sessuale soddisfacente a causa del dolore.

Quali sono le soluzioni per vivere serenamente il sesso in menopausa?

Attualmente sono a disposizione delle donne diverse terapie che rendono possibile un’attività sessuale soddisfacente in menopausa.

Tra i rimedi tradizionali vanno citati i lubrificanti, che vengono utilizzati per ridurre il dolore durante il rapporto sessuale, e le terapie ormonali farmacologiche che possono essere per via orale oppure ad uso topico locale (creme, ovuli, ecc.).

Un rimedio altamente innovativo ed efficace è l’utilizzo del laser erbium, una procedura ambulatoriale, sicura e priva di effetti collaterali che induce il ringiovanimento delle strutture vaginali. Il trattamento porta nella quasi totalità delle pazienti alla scomparsa dei sintomi di atrofia vaginale, permettendo una serena ripresa dell’attività sessuale.

Naturalmente tutti i rimedi sopracitati possono essere adottati solo ed esclusivamente su prescrizione medica.

Chiara Agostini
Chiara Agostini è laureata in ingegneria biomedica ed in Santec è la Product Specialist, si occupa inoltre di marketing e service.

Tag: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*