|

condividi su
  

L’incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria consiste nella difficoltà a trattenere lo stimolo di urinare e/o nella perdita di gocce di urina a causa di banali movimenti della vita quotidiana, come ad esempio lo starnuto, il colpo di tosse o uno sforzo.

Più di 2 milioni di donne in Italia soffre di incontinenza, un disturbo che è prevalentemente legato all’indebolimento della muscolatura “perineale”, quella cioè che supporta la vescica e gli sfinteri.

Nelle giovani donne il fenomeno dell’incontinenza è spesso causato dalla gravidanza: il peso del bambino, il parto vero e proprio e l’aumento del progesterone creano uno “stress” per la muscolatura perineale che tende quindi a rilassarsi.

Per quanto riguarda le donne in menopausa invece il disturbo è prevalentemente legato alle modificazioni ormonali che comportano perdita di flessibilità, atrofia e ipotonia.

L’importanza della ginnastica perineale

La ginnastica perineale consiste in una varietà di esercizi, tra cui quelli più famosi sono gli esercizi di Kegel, studiati per il rinforzo dei muscoli della vescica e del pavimento pelvico. Il rinforzo della zona pelvica non solo migliora la continenza urinaria, riducendo il rischio di perdite senza che la donna se ne accorga, ma migliora anche la sensibilità della zona, migliorando il piacere sessuale.

Ci sono diversi modi per eseguire esercizi di ginnastica perineale, ma tutti si basano sostanzialmente sul rilassamento e la contrazione ripetute della muscolatura del pavimento pelvico per incrementare la forza e la resistenza. Il muscolo infatti raggiunge il nervo pelvico, che collega utero e vescica, tramite una connessione nervosa.

L’incontinenza urinaria, ma anche il prolasso uterino e varie disfunzioni sessuali, sono strettamente connesse alla perdita di tono della muscolatura perineale.

La ginnastica perineale come supporto al trattamento laser

Tra i vari trattamenti non farmacologici oggi disponibili per contrastare il disturbo dell’incontinenza urinaria c’è la terapia laser. Si tratta di una procedura non invasiva basata su una “morbida” luce laser erbium che permette il ripristino del collagene e la vascolarizzazione dei tessuti vaginali, migliorando il tono della muscolatura pelvica, la forza e la continenza urinaria.

La pratica della ginnastica perineale, associata al trattamento con l’erbium laser, risulta essere una terapia molto efficace per contrastare i sintomi dell’incontinenza urinaria, garantendo alla paziente una percentuale di successo molto elevata.

Chiara Agostini
Chiara Agostini è laureata in ingegneria biomedica ed in Santec è la Product Specialist, si occupa inoltre di marketing e service.

Tag: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*